MICOLOGIAMESSINESE

Gyroporus

Indietro     Home    Indice    Avanti

Gyroporus

Gyroporus castaneus (Bull.: Fr.) Quèl.

 

Gyroporus castaneus Gyroporus castaneus Gyroporus castaneus

Cappello: 3-12 cm, inizialmente emisferico, poi convesso, infine appianato. Cuticola asciutta, vellutata, poi glabra, non separabile, bruno-castano, bruno-cannella.

Imenoforo: Tubuli corti ed adnati, bianchi; pori minuti, bianchi, bianco-crema, giallini con l'età.

Gambo: 4-8 x 1-3 cm, cilindrico, nudo, cavo o cavernoso, con corteccia dura, fragile, dello stesso colore del cappello e con apice chiaro.

Carne: Carne bianca, immutabile al taglio. Sapore di nocciole.

Habitat: Cresce in estate ed inizio autunno in boschi di latifoglie, isolato o in pochi esemplari.

Spore: Spore crema in massa, ovoidali subellittiche, 7-11 x 4-7 µm. Basidi clavati tetrasporici, corti e tozzi, con apicoli brevi, 23-35 x 11-15 µm.

Commestibilità: Considerato commestibile, tuttavia ha dato dei disturbi intestinali. E' stata rilevata una alta percentuale di arsenico nel gambo che, per la sua coriacità, va comunque scartato. Considerata la poca abbondanza è preferibile preservarlo.

Note: Gyroporus castaneus si riconosce facilmente per il cappello vellutato di colore castano, la leggerezza dovuta al gambo cavo, la fragilità, i pori molto bianchi, in contrasto con cappello e gambo bruni. Per i pori bianchi può essere scambiato per un esile Porcino ma per i caratteri indicati il riconoscimento è facile.

Gyroporus cyanescens presenta un cappello più chiaro, su toni ocra, ed un evidente viraggio al verde-azzurro al taglio.

 

 

Gyroporus cyanescens (Bull.) Quél.

Boletus cyanescens Bull.
Gyroporus cyanescens var. lacteus
Quél.
Gyroporus cyanescens var. sulphureus
Kalamees
Gyroporus cyanescens var. vinosovirescens G. Riousset, Riousset & Bertéa

Gyroporus cyanescens f. immutabilis J. Charb., C. Lej. & M. Xavier

 

Gyroporus cyanescens Gyroporus cyanescens Gyroporus cyanescens
 

Cappello: 5-12 cm, inizialmente convesso, poi piano-convesso, con margine sottile, irregolare, ondulato. Cuticola liscia o tomentosa, di colore variabile:  bianco-latte, bianco-ocra, giallo paglierino, giallo-verdognolo, ocra.

Imenoforo: Tubuli liberi, arrotondati intorno al gambo, biancastri, viranti all'azzurro al taglio. Pori piccoli, rotondi, bianchi, in vecchiaia macchiati di ocra, viranti al blu alla pressione.

Gambo: 5-12 x 1-3 cm, claviforme, assottigliato in alto, alle volte obeso verso la base, midolloso, poi cavernoso. Superficie liscia, non reticolata, di colore ocraceo o dello stesso colore del cappello, immutabile al tocco.

Carne: Carne compatta nel cappello, midollosa nel gambo, bianca o color crema, virante all'azzurro al taglio, con tonalità variabili, col secco in maniera meno intensa. Odore debole, fungino, sapore gradevole come di nocciole.

Habitat: Cresce gregario in estate e autunno presso latifoglie, con preferenza per Faggi, Castagni e Querce, raramente presso Aghifoglie.

Spore: Spore giallo ocra in massa, da ellittiche a subcilindriche, non fusiformi, lisce, a parete sottile, 7,5-12 x 4,5-6 µm. Ife con giunti a fibbia abbondanti.

Commestibilità: Considerato commestibile ma dal gambo coriaceo da scartare.

 

Note: Gyroporus cyanescens si distingue per i pori bianchi viranti al blu alla pressione, il gambo nudo, cavernoso, la carne virante all'azzurro, la cuticola dalla colorazione variabile da biancastra a giallo verdognola ad ocra. Alla cottura la colorazione bluastra della carne scompare e la cuticola tende a diventare verde intenso.

La variabilità della colorazione pileica e dell'intensità del viraggio hanno permesso la creazione di alcune varietà:

  •  Gyroporus cyanescens var. sulphureus: dalla colorazione pileica giallo zolfo;

  •  Gyroporus cyanescens var. lacteus: dalla colorazione pileica biancastra e dal viraggio quasi assente;

  •  Gyroporus cyanescens var. vinosovirescens: dal viraggio su tonalità bruno vinose;

  •  Gyroporus cyanescens f. immutabilis: dal viraggio pressochè assente.

 

 

 

 

Indietro     Home    Indice    Avanti

Vedi anche le schede contenute nelle seguenti pagine:

Home Su Agaricus Specie Ag-Au Amanita Armillaria Ascomycetes Boletus Boletopsis Calocybe Cantharellaceae Clitocybe Collybia Coprinus s.l. Cortinarius Specie C Specie D Entoloma Specie F Specie G Gyroporus Helvella Specie H Hygrophorus Hypholoma Inocybe Inonotus Genere  Lactarius Genere Leccinum Lepista Leucopaxillus Lycoperdon Macrolepiota Specie M Mycena Mycenastrum Nyctalis ASTEROPHORA Specie O Oudemansiella Specie P Phallaceae Pholiota Pleurotus Polyporales Psathyrella Russula Specie R Sclerodermatales Stropharia Suillus Specie S Tremella Tricholoma Specie V Specie X Sistemi nutrizionali

 

Pagine viste dal 08/6/2014 

İ 2003-2019 F. Mondello. Tutti i diritti riservati.
E' vietato riprodurre foto e testi di questo sito senza autorizzazione.

Privacy Policy

 

Contatti