MICOLOGIAMESSINESE

Specie D

Indietro     Home    Indice    Avanti

Daedalea quercina  Fries

Daedalea quercina Daedalea quercina

Daedalea quercina

Classificazione: Basidiomycota, Agaricomycotina, Agaricomycetes, Polyporales, Fomitopsidaceae, Daedalea.

Corpo fruttifero: 10-20 cm, a forma di mensola semicircolare, spesso sovrapposta ad altre. Superficie molto gibbosa, zonata, con numerose escrescenze e costolature concentriche, color crema-ocraceo, ocra-bruno con sfumatura grigiastra. 

Imenoforo: Tubuli lunghi fino a 4 cm, monostratificati, non staccabili, color grigio-crema, con pori di forma molto allungata, sinuosi, poligonali, labirintiformi, anastomosati, concolori ai tubuli.

Gambo: Sessile.

Carne: dura, coriacea, legnosa, molto leggera nel secco.

Habitat: Solitario od a mensole sovrapposte, cresce su latifoglie, soprattutto querce e faggi, dalla primavera all'autunno.

Microscopia: Spore ialine, lisce, ellissoidali, 5-6 x 2-3 µm. Basidi clavati, tetrasporici, 15-25 x 4,5-5,5 µm.

Commestibilitą: Non commestibile.

 

Note: tra le Polyporales si distingue facilmente per i pori molto grandi, biancastri, di forma allungata labirintiformi. Altre Polyporales possono presentare pori labirintiformi ma di piccole dimensioni o di colore giallastro.

 

Daldinia concentrica (Bolt.: Fr.) Ces. & De Not.

Daldinia concentrica Daldinia concentrica

Ascocarpo: 2-10 cm, da emisferico a sub-globoso, piriforme, superficie esterna secca e fragile, ruvida, bitorzoluta, inizialmente di colore bruno, poi presto nero e lucente.

Imenoforo: Daldinia concentrica Stroma zonato concentricamente all'interno, comprendente nella parte esterna centinaia di periteci globosi, 0,5-0,8 mm, comunicanti con l'esterno tramite piccoli ostioli (vedi foto).

Daldinia concentrica

Daldinia concentrica periteci

Gambo: Sessile.

Carne: Stroma interno zonato concentricamente, a strati grigio argentei e nerastri.

Habitat: Cresce su legno morto di latifoglie (nella foto su un ceppo morto di Ailanto), dall'estate all'autunno inoltrato. Non comune.

Commestibilitą: Non commestibile.

Microscopia: Spore nere in massa, da ellittiche a fusiformi, 12,5-16,5 x 6-7,5 µm.

Daldinia concentrica spore

 

Note: Ascocarpi irregolarmente globosi, duri, lignicoli, di consistenza simile a carbone, si distinguono per lo stroma interno nel quale sono inclusi dei piccoli corpi fruttiferi, a forma di ampolla cava (periteci) nel cui interno avviene la riproduzione delle spore. Le ampolle comunicano con l'esterno con un piccolo foro, attraverso il quale le spore mature vengono espulse.
Altra specie simile č la Daldinia vernicosa, con gli strati interni dello stroma a larghe bande bianche, separate da strette bande nere.

 

Dichomitus campestris (Qučl.) Dom. & Orlicz

Trametes campestris (Qučlet)

Dichomitus campestris

Dichomitus campestris

Corpo fruttifero: 2-12 cm di lunghezza e 1-1,5 cm di spessore, resupinato, convesso, ellissoidale, a forma di cuscino, con margini sottili. Inizialmente giallastro, poi brunastro, infine bruno scuro fino a nero.

Imenoforo: Tubuli lunghi 3-10 mm, talora in pił strati nei corpi fruttiferi perenni. Pori piccoli, circolari, quasi angolosi, spesso irregolari, di colore crema-ocraceo.

Habitat: Cresce su rami morti di aghifoglie e soprattutto di latifoglie (Quercus, Corylus, Fagus) in autunno. Annuale o perenne.

Spore: Spore cilindrico- ellissoidali, a pareti sottili, 10-15 x 3,5-5 µm. Basidi clavati, tetrasporici, con giunti a fibbia, 28-38 x 7-10 µm.

Commestibilitą: Non commestibile.

 

Discina ancilis (Pers.) Sacc.

Discina perlata (Fr.) Fr.

Gyromitra ancilis (Pers.) Kreisel

Gyromitra perlata (Fr.) Harmaja

Helvella ancilis (Pers.) Quél.

Discina ancilis perlata

Apotecio: 5-12 cm, a forma di coppa irregolarmente tondeggiante, ondulato, gibboso, lobato-cerebriforme. Superficie, costituente l'imenoforo, da liscia a rugosa, di colore bruno, bruno-ocra, marrone-rossastro. Superficie inferiore, sterile, liscia, venosa, pubescente, bianca o crema.

Gambo: pseudogambo appena accennato, breve, con venature che decorrono dalla superficie esterna superiore, grinzoso, bianco.

Habitat: Cresce, singola o gregaria, su ceppi o residui legnosi in boschi di Pinus e Picea, in primavera. Raccolta nel Bosco di Malabotta (Montalbano E. presso Pinus nigra.

Carne: ceracea, cassante, fragile, bianca. Sapore dolce, odore non rilevato.

Microscopia: Spore ellissoidali, ialine, con 1-2-3 o pił guttule, con fini verruche ± reticolate; apicoli corniformi ± accentuati alle estremitą, fino a 4 µm di lunghezza, nostre misure, esclusi apicoli:

(26.4) 26.8 - 30 (30.5) x (11.5) 12.8 - 14.3 (15.4) µm

Q = (1.8) 1.9 - 2.2 (2.4) ; N = 30 Me = 28.5 x 13.6 µm ; Qe = 2.1

Spore Discina perlata Discina ancilis spore

Aschi ottosporici, cilindrici, non amiloidi.

Parafisi cilindriche con apice allargato, contenenti un pigmento granuloso, bruno.

Parafisi Discina ancilis Parafisi

Commestibilitą: Non commestibile.

Note: il Genere Discina si distingue dal Genere Gyromitra per le spore  dotate di calotte con apicoli.

Discina ancilis si distingue, all'interno del Genere, per la colorazione marrone rossastra, la crescita su residui legnosi di conifere e le spore con apici corniformi fino a 4 µm, in letteratura 26-33 x 11-15 µm.

Specie simili:

Rhizina undulata possiede, anch'essa, spore con apicoli, ma ha una consistenza dura, coriacea, non possiede gambo ed č fissata al substrato con rizoidi; cresce su residui bruciati.

Discina parma distinta per il colore pił chiaro, tendente all’ocra giallastro, per l’habitat esclusivo su residui legnosi di latifoglie e con spore con appendici filiformi alle estremitą.

Discina leucoxantha cresce terricola nei boschi di conifere ed ha spore con tipici apicoli tronchi e infossati al centro, che assumono una forma bifida.

Discina megalospora  possiede una colorazione pił marrone, cresce sotto Pino in zona mediterranea (con preferenza per Pinus halepensis) e le spore sono lunghe oltre 40 μm, fortemente reticolate, con apicoli lunghi sino a 3,5 μm.

Disciotis venosa, morfologicamente simile, emana un distinto odore di cloro allo sfregamento; le spore sono ellissoidali, lisce, ialine, a parete spessa, provviste di piccole guttule alle estremitą ma priva di appendici corniformi.

 


Cerca nel sito

Per cercare nella pagina utilizza il tasto "trova" del browser (CTRL+F)

Indietro     Home    Indice    Avanti


Pagine viste dal 08/6/2014 

© 2003-2019 F. Mondello. Tutti i diritti riservati.
E' vietato riprodurre foto e testi di questo sito senza autorizzazione.

Privacy Policy

Contatti